Durov si scontra con Apple e consiglia di passare ad Android

Scontro tra Pavel Durov, fondatore di Telegram, e Apple, che ha obbligato Telegram a rimuovere l’integrazione con i giochi, pena la rimozione dall’App Store.

A ottobre dell’anno scorso, infatti, Telegram ha presentato i giochi, ovvero un sistema tramite cui i bot possono avviare piccole applicazioni scritte in HTML5.

Si tratta di passatempi molto semplici, che ricordano un po’ i giochini Flash che andavano di moda nei primi anni 2000. Tra i bot di maggior successo vi è quello di Gamee, un servizio dedicato appositamente ai giochi HTML5.

Durov ha risposto su Twitter a un utente che chiede come mai ora su iPhone i giochi si aprano dentro a Safari, il browser di sistema, e non più all’interno di Telegram. Questa è stata la risposta di Durov:

Perché Apple ha costretto Telegram a rimuovere l’integrazione con i giochi HTML5? Apple impedisce la pubblicazione di app che fungano da store di applicazioni; interpretando questa norma con molta fantasia, si potrebbero paragonare i bot dei giochi come piccoli app-store all’interno di Telegram.

La ferrea vigilanza su tutto ciò che viene pubblicato nell’App Store è sempre stata croce e delizia per gli utenti Apple: da un lato evita la presenza di software malevolo o di pessima qualità, dall’altro, tuttavia, riduce le possibilità di innovazione per gli sviluppatori, come in questo caso.

È curioso notare, però, che Facebook offra un analogo servizio di bot integrati, e questo ad Apple vada bene.

Così, a un utente che chiede se si tratta di una decisione definitiva, Durov risponde consigliando di dare l’addio ad Apple e acquistare un Android!

Vedremo se Apple cambierà opinione, visto il trattamento di favore nei confronti di Facebook.

Condividi questo articolo

Telegram Twitter WhatsApp Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.